“Resta quel che resta”, l’inedito di Pino Daniele

Come un messaggio nella bottiglia affidato alle cure delle onde del tempo, la mattina del 14 maggio scorso è tornata a risuonare dai 9 grandi network radiofonici italiani, Rtl 102.5, Radio Italia, Radio Kiss Kiss, Radio2, Rds, Radio Deejay, Radio Capital, Radio Monte Carlo e Radio Zeta,  l’inconfondibile voce di Pino Daniele, il bluesman napoletano che ci ha lasciati da più di tre anni. Le parole con cui si apre il brano si caricano oggi di molti e più profondi significati legandosi alla prematura scomparsa del cantautore partenopeo, come a ribadire che, soprattutto per un artista, la morte non è l’ultima parola. Recita il brano: “Quando qualcuno se ne va / resta l'amore intorno / I baci non hanno più quel sapore eterno / resta quel che resta":

Dal punto di vista musicale il brano, tuttavia, concede poco alla malinconia e appare fresco e luminoso nella sua una struttura semplice ed essenziale con cadenza da ballata. Il passo è fornito dalla chitarra acustica accompagnata discretamente dalle percussioni che offrono il tappeto ideale per la voce di Pino Daniele, come sempre protagonista, accompagnata dal secondo ritornello anche da una sezione di archi che sostengono, sempre con misura, gli interventi della sei corde.

Sul ritornello la voce di Daniele canta "I miss you", "mi manchi" , ma nonostante il forte senso di questa mancanza la tristezza non deve prevalere perché come canta la voce di Pino: "E se qualcuno ti dirà che si può anche impazzire / senza discutere spiega al tuo cuore / resta quel che resta". Parole che adesso si possono leggere come un invito rivolto dal cantautore a chi si sente orfano di lui e della sua arte. Di Pino Daniele “resta quel che resta” ovvero restano e resteranno la voce e le note e questo fa sentire meno soli.

Il brano era destinato a «Acoustic jam», un mini cd di sei pezzi che nel 2009 avrebbe dovuto completare l’operazione del disco a puntate iniziata con «Electric jam» e che, invece, non uscì mai, per problemi di marketing. Oggi la canzone viene recuperata in vista di Pino è, l’evento del 7 giugno prossimo allo stadio San Paolo di Napoli, dove si terrà un gigantesco tributo alla memoria del cantautore.

Sul palco – insieme alle band storiche Vai mo’ e Nero a metà – saliranno tra gli altri Biagio Antonacci, Enzo Avitabile, Claudio Baglioni, Mario Biondi, Francesco De Gregori, Tullio De Piscopo, Elisa, Emma, Tony Esposito, Giorgia, J-Ax, Lorenzo Jovanotti, Fiorella Mannoia, Gianna Nannini, Eros Ramazzotti, Ron, Tiromancino, Giuliano Sangiorgi, James Senese, Antonello Venditti, Gigi De Rienzo, Rosario Jermano, Ernesto Vitolo, Loredana Berté, Clementino, Teresa De Sio, Irene Grandi, Red Canzian, Raiz, Francesco Renga e Ornella Vanoni.

Ma non interverranno solo musicisti, ad omaggiare Pino Daniele ci saranno anche personaggi del cinema e del mondo dello spettacolo: Alessandro Siani, Pierfrancesco Favino, Enrico Brignano, Edoardo Leo, Vincenzo Salemme, Marco Giallini e i protagonisti di Gomorra Marco D’amore e Salvatore Esposito.

Altri articoli della stessa categoria

  • Eric Clapton: Life in 12 Bars

    Eric Clapton: Life in 12 Bars è un documentario di Lili Fini Zanuck che racconta in 135 minuti intensi e vibranti l’uomo e il musicista dal talento smisurato e dalla leggendaria carriera.

  • Il nuovo fenomeno musicale: Sfera Ebbasta

    Sembra non arrestarsi il successo di Sfera Ebbasta, il re del trap hip hop che continua a dominare le hit parade degli album più venduti in Italia.

  • Vite di musicisti scomparsi prematuramente

    L'ultimo lavoro di Elisa Giobbi, giornalista fiorentina da sempre appassionata di musica,si intitola Eterni: Vite brevi e romantiche di grandi compositori ed è un’affascinante viaggio che ricostruisce le biografie tormentate e  piene di oscuri enigmi di eccelsi compositori scomparsi troppo presto.

  • mina

    E’ pronto il nuovo album “Maeba”, album di Mina pubblicato dalla Sony, una raccolta che contiene 12 tracce inedite (e una sorpresa)