Voglio una donna testo - Roberto Vecchioni

Voglio una donna testo - Roberto Vecchioni

Voglio una donna di cui proponiamo il testo, è un brano di Roberto Vecchioni pubblicato nell'anno 1992

Voglio una donna testo

Una canzone di Natale che le prenda la pelle

E come tetto solo un cielo di stelle;

abbiamo un mare di figli da pulirgli il culo:

Che la piantasse un po' di andarsene in giro

La voglio come Biancaneve coi sette nani,

noiosa come una canzone degli "Intillimani"

Voglio una donna "donna",

donna "donna"

donna con la gonna,

gonna gonna

Voglio una donna "donna"

donna "donna"

donna con la gonna

gonna gonna

Prendila te quella col cervello,

che s'innamori di te quella che fa carriera,

quella col pisello e la bandiera nera

la cantatrice calva e la barricadera

che non c'e mai la sera...

Non dico tutte: me ne basterebbe solo una,

tanti auguri alle altre di più fortuna

Voglio una donna, mi basta che non legga Freud,

dammi una donna così che l'assicuro ai "Lloyd"

preghierina preghierina fammela trovare,

Madonnina Madonnina non mi abbandonare;

Voglio una donna "donna"

donna "donna"

donna con la gonna

gonna gonna

Voglio una donna "donna"

donna "donna"

donna con la gonna

gonna gonna

Prendila te la signorina Rambo

che s'innamori di te 'sta specie di canguro

che fa l'amore a tempo

che fa la corsa all'oro

veloce come il lampo

tenera come un muro

padrona del futuro...

Prendila te quella che fa il "Leasing"

che s'innamori di te la Capitana Nemo,

quella che va al "Briefing"

perché lei è del ramo,

e viene via dal Meeting

stronza come un uomo

sola come un uomo

Artista brano: 

Altri articoli della stessa categoria