Sei semplici consigli per diventare un chitarrista migliore

Dedichiamo questa lezione all’individuazione di pochi e semplici accorgimenti da implementare nella propria metodologia di studio della chitarra che potranno che potranno aiutarti ad ottenere risultati migliori e in tempi più rapidi.

 

diventa chitarrista migliore

In ogni lezione abbiamo sempre cercato di fornire suggerimenti e indicazioni per consentire di impostare una corretta metodologia di studio della chitarra, qui ci limitiamo ad indicare sei consigli che, se seguiti con la dovuta disciplina sono in grado di garantire progressi più rapidi e significativi. Sei primi passi che ti aiuteranno a diventare un chitarrista migliore.

 

Impara qualcosa di nuovo ogni giorno

Cerca di acquisire ogni giorno una nuova conoscenza legata alla chitarra, qualcosa che non sapevi già, imparala e suonala. Può essere un riff, una frase musicale, un accordo, una scala, un esercizio, una canzone, una melodia, un'accordatura particolare, uno schema strimpellato, qualunque cosa.

La disciplina insita nel cercare di suonare e interiorizzare ogni giorno un nuovo pezzo di conoscenza della chitarra alimenterà il tuo istinto musicale, aggiungerà nuovi tasselli alla tua memoria muscolare e, infine, aiuterà la tua capacità di esprimerti e di esibirti senza sforzo sulla chitarra.

 

Impara i principali intervalli di scala

La scala maggiore fornisce gli elementi costitutivi di molti degli accordi e delle scale che incontrerai man mano che avanzi nel tuo apprendimento chitarristico.

Comprendendo la struttura della scala maggiore, potrai iniziare ad armonizzarla in vari modi per formare triadi, accordi di settima e accordi estesi, nonché comprendere i modi che li accompagnano.

La scala maggiore ha sette intervalli: fondamentale, seconda maggiore, terza maggiore, quarta giusta, quinta giusta, sesta maggiore e settima maggiore. La distanza intervallare tra ciascun intervallo forma lo schema T-T-S-T-T-T-S, dove T sta per tono mentre S per semitono.

 

Diversi modi di suonare un accordo

In quanti modi puoi suonare un accordo di C (Do maggiore)? Un buon chitarrista conosce almeno cinque posizioni diverse sulla tastiera per suonarlo, grazie al sistema CAGED. Esercitati a suonare quattro battute dell'accordo e, in ogni misura, suona l'accordo in una nuova posizione lungo il manico della chitarra. Naturalmente, questo stesso principio lo si deve applicare all'accordo E o B7 o A9. Il punto di partenza, tuttavia, non può che essere l’accordo C.

diventa chitarrista migliore

Esegui ripetutamente tutti gli accordi che conosci

 

Sostiene Joe Satriani: “Sembra sciocco, ma se le tue dita non vanno in un certo posto è perché non le hai sfidate. Un giorno, quando ero un adolescente, ho deciso che avrei imparato ogni accordo in un libro di accordi di Joe Pass che avevo. Ci lavoravo ogni giorno; non c'è sostituto per la ripetizione”.

"La cosa bella è che una volta che ti abitui a questo esercizio, costringerai letteralmente le tue dita a passare da un accordo all'altro - accordi che non hanno alcuna relazione tra loro - e da questo possono venire grandi cose.".

 

Impara alla lettera i tuoi assoli di chitarra preferiti

Il grande Eddie Van Halen ha trascorso la prima parte della sua carriera suonando insieme a vari dischi, fino a quando il suono prodotto dalla sua chitarra non corrispondeva a quello del disco su cui stava suonando.

Si tratta di esercizio molto utile che contribuirà a migliorerai il tuo vocabolario musicale, il tuo tatto, la consapevolezza stilistica e il senso del contorno dell'assolo.

 

Tieni traccia dei tuoi progressi

La crescita di qualsiasi chitarrista può essere migliorata dalla consapevolezza di quella crescita. Mentre sviluppi la disciplina per imparare ed esercitarti quotidianamente, è importante tenere un registro o un diario del processo di miglioramento per massimizzare ulteriormente la crescita.

Il modo più semplice per farlo è tenere un registro della tua routine. Scoprirai che tenere traccia della pratica ti aiuterà a migliorare le sessioni di pratica future, a mantenere la consapevolezza dei progressi e a individuare fasi di pratica particolarmente fruttuose nel tuo passato, che possono essere replicate e aggiornate quando senti che la tua crescita si è bloccata.

lezioni
lezioni