Accordi diminuiti e accordi aumentati

In questa lezione scopriamo insieme le caratteristiche degli accordi aumentati e degli accordi diminuiti, cosa li differenzia dagli accordi normali, come si formano e quali sono.

 

accordi diminuiti e accordi aumentati

Sappiamo, secondo la definizione classica, che un accordo è la combinazione di due o più intervalli armonici di terza, quello che contraddistingue un accordo è appunto che ogni distanza tra un suono e l'altro (tra quelli facenti parte dell'accordo) è sempre un intervallo di terza (cfr. Gli accordi). Per comprendere appieno come funzionano gli accordi aumentati e gli accordi diminuiti possiamo partire da un accordo classico come ad esempio quello di Do maggiore.Questo accordo si compone delle seguenti note:

Do che rappresenta la Fondamentale

Mi che rappresenta la Terza maggiore

Sol che rappresenta la Quinta giusta

Si che rappresenta la Settima maggiore

 

Andando a misurare la distanza, ovvero gli intervalli, che separano le note dell’accordo di Do appena descritto vedremo che:

 Do e Mi distano una Terza maggiore

 Mi e Sol distano una Terza minore

 Sol e Si distano una Terza maggiore

 Si e Do (Ottava) distano Seconda minore

Come si può notare osservando gli intervalli riportati sopra, ma è una regola che riguarda tutti gli accordi, gli intervalli che separano le note non sono tutti uguali. Tuttavia, bisogna aggiungere che questa regola generale viene meno nel caso degli accordi aumentati e degli accordi diminuiti. Quando si parla di questa tipologia di accordi, infatti, avremo delle note sempre equidistanti.

 

accordi diminuiti e accordi aumentati

Accordi aumentati

Analogamente agli accordi diminuiti, gli accordi aumentati sono costituiti solo da intervalli di Terza maggiore secondo la formula FondamentaleTerza maggioreQuinta aumentata. Considerando sempre il Do di partenza avremo:

Do (Fondamentale)

Mi (Terza maggiore)

Sol# (Quinta aumentata)

In questo caso avremo due intervalli di quattro semitoni e, considerando che 4+4 fa 8, si intuisce facilmente che il prossimo intervallo di quattro semitoni ci porta nuovamente alla tonica. Di conseguenza gli accordi aumentati sono formati sempre solo da tre note. Analogamente a quanto detto per gli accordi diminuiti, possiamo dire che un accordo aumentato ha una struttura simile ad un accordo maggiore da cui si differenzia per la presenza di una Quinta aumentata al posto della classica Quinta giusta. In altre parole, si può pensare agli accordi aumentati come accordi maggiori a cui è stato aumentato di un semitono il quinto grado.

accordi diminuiti e accordi aumentati

Quali sono

Gli accordi aumentati sono solo quattro e sono:

1) DoMiSol#

2) Do#FaLa

3) ReFa#La#

4) MibSolSi

Il Do aumentato, il Mi aumentato e il ed il Sol# sono la stessa cosa.

 

Gli accordi diminuiti, invece, sono tre e sono:

1) DoMib SolbSibb

2) Do#MiSolSib

3) ReFaSo#Si

Il Re# diminuito è lo stesso accordo di Do diminuito.

“Gli accordi diminuiti e gli accordi aumentati si utilizzano per introdurre delle alterazioni, solitamente in sostituzione dell’accordo di Dominante (Quinto grado). Sono utilissimi per arricchire l’armonia” (cfr. lucaricatti.it).

 

 

lezioni
lezioni